50 TOP ITALY: SALE L’ATTESA PER SCOPRIRE I MIGLIORI RISTORANTI D’ITALIA

Marco Ambrosino

Manca davvero poco per scoprire i nomi al vertice di 50 Top Italy la guida on-line, consultabile gratuitamente, dedicata al meglio della ristorazione italiana. Un progetto firmato LSDM (storico congresso di cucina d’autore in scena dal 2008 a Paestum) e curato dai suoi ideatori, Barbara Guerra e Albert Sapere, insieme al giornalista Luciano Pignataro.

Lunedì 2 dicembre, alle ore 17.00, presso il Teatro Eliseo di Roma, uno dei templi della cultura italiana, andrà in scena la cerimonia finale di premiazione de I Migliori Ristoranti d’Italia 2020, suddivisi per quattro fasce di prezzo: LowCost, Trattoria/Osteria, ristorazione fino a 120 euro e oltre 120 euro.L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook di 50 Top Italy e Luciano Pignataro Wine&Food Blog.

Diversi inoltre i premi speciali che saranno conferiti nel corso della serata. Tra questi, due importanti riconoscimenti svelati in anteprima: il Premio S.Pellegrino& Acqua Panna Valorizzazione del Territorio 2020 assegnato allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo di Ragusa, mentre al giovane Marco Ambrosino, alla guida del locale 28 Posti di Milano, va il Premio D’Amico Cucina Mediterranea 2020.

Questi ultimi, dunque, saliranno sul palco dell’Eliseoinsieme ovviamente alle top 10 delle quattro categorie previste dalla guida, dopo che i classificati dalla 50esima alla 11esima posizione sono stati svelati sul sito 50topitaly.it. Gli indirizzi recensiti, in totale, sono i migliori duecento da Nord a Sud della Penisola. A dare i voti, nel pieno rispetto dell’anonimato, dell’autonomia e, ovviamente, pagando il conto, una giuria composta da130 ispettori.Rivoluzionario il metodo di giudizio, con grande rilievo dato al servizio e all’accoglienza, elementi fondamentali di una ristorazione attenta alla propria clientela.

A ritirare il premio, saranno infine, anche i primi tre classificati (già annunciati nelle precedenti settimane) de I Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo 2019, sezione internazionale della guida curata da Guido Barendson, che ha visto trionfare il ristorante Passerini a Parigi, dello chef Giovanni Passerini. Seconda e terza posizione per Don Alfonso 1890 Toronto in Canada, e Heinz Beck Restaurant Tokyo in Giappone.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sulle pagine Facebook di 50 Top Italy e Luciano Pignataro Wine&Food Blog.

IL FERROWINE JESOLO EXPERIENCE STORE APRE IN PIAZZA DRAGO

Dopo il negozio di Castelfranco Veneto, aperto nel 2014, questo secondo punto vendita diventa un’ulteriore pietra miliare nel percorso di crescita di Ferrowine, storica azienda specializzata nella vendita e distribuzione di prodotti beverage, fondata ormai 100 anni fa dalla Famiglia Ferro, che ancora oggi la dirige. Uno spazio da 600 metri quadrati a Jesolo lido, nella frequentata piazza Drago, dove i clienti sia privati che del canale HO.RE.CA. potranno trovare la stessa ampia offerta della sede originaria, in termini di vini, birre e spirits (4000 referenze in totale).

La novità principale di Jesolo è che qui gli ospiti avranno la possibilità di partecipare tutti i giorni a degustazioni e corsi organizzati da Ferrowine con i suoi specialist. Il negozio sarà aperto sette giorni su sette dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 23.

Ferrowine Jesolo è dunque un Experience Store: uno spazio in cui vivere tante esperienze, scoprire nuovi prodotti, approfondire la passione per il buon bere e imparare sempre qualcosa di nuovo. Nei mesi estivi, fino a settembre, Ferrowine organizzerà ogni giorno un momento di incontro per conoscere il mondo del vino, delle birre artigianali e degli spirit. Sommelier esperti e dai curricula importanti proporranno percorsi di avvicinamento, serate di formazione e incontri di approfondimento con i produttori.

Durante l’estate 2019 Ferrowine Jesolo proporrà ogni settimana le seguenti degustazioni; il lunedì con vini rossi italiani con approfondimento attraverso cinque vini, altrettante zone e produttori diversi. Il martedì le birre artigianali, alla scoperta dei micro birrifici e delle loro birre sempre nuove, mai banali, il mercoledì i vini bianchi italiani, con un viaggio sensoriale alla scoperta dei vitigni, delle cantine e delle zone di produzione dei grandi bianchi e il giovedì il mondo degli spirit, imparandoli a conoscere in tutta la sua fase.

Per il fine settimana, il venerdì, le bollicine, dedicato ai vini delle feste, il sabato le collaborazioni, con le proposte di abbinamento cibo-vino.

Nei mesi invernali, oltre a proseguire con gli appuntamenti dedicati ai privati, saranno programmate delle sessioni di formazione dedicate agli operatori HO.RE.CA. Le attività organizzate all’interno del nuovo spazio di Jesolo saranno rivolte soprattutto a tre tipi di clienti: professionisti del canale in commercio, con 400 strutture ricettive e 600 tra ristoranti, bar e birrerie; turisti da tutto il mondo, visto che ogni anno la località registra circa 5 milioni di presenze durante i soli mesi estivi; i residenti del litorale veneto: Jesolo è, inoltre, una località facilmente raggiungibile tutto l’anno, il pubblico privato di questa zona diventa un target molto interessante in quanto, in questo territorio di riferimento, non esistono altre realtà equiparabili a Ferrowine per il settore del vino, della birra, degli spirits e delle bevande in genere.