BUON DIVERTIMENTO!

Annunci

PRIMO FESTIVAL DELLA CUCINA VENETA 5-7 LUGLIO

Lo chef Paolo Businaro nelle cucine del Vecio Fritolin, sarà uno dei protagonisti del Festival della Cucina Veneta

Una summa della cucina veneta tra passato, presente e futuro. E’ il primo Festival della Cucina Veneta che si tiene dal 5 al 7 luglio prossimi ad Albignasego, alle porte di Padova. Una tre giorni in cui importanti nomi della cucina, dell’informazione, della cultura e della politica avranno modo di confrontarsi in un evento che vuole rappresentare l’eccellenza della tradizione gastronomica veneta, quella, va da sè, enologica, dal boom del prosecco fino ai grandi veronesi, per non tacere del Soave o delle eccellenze dei Colli Berici ed Euganei. Cuore pulsante della manifestazione sarà Piazza del Donatore di Sangue, mentre Villa Obizzi e il suo Parco della Rimembranza ospiteranno talks e cooking show. Si parlerà molto proprio di cucina e cultura, di valorizzazione del territorio e di promozione dei prodotti tipici, di civiltà del vino, di enoturismo. Non solo, perchè ci sarà anche un appuntamento con Alma, la grande scuola di cucina fondadata da Gualtiero Marchesi, dove sarà presente Giacomo Bullo, responsabile dell’ufficio stampa, e Andrea Grignaffini, uno dei più importanti food writer del Belpaese. Ci sarà il Gelato Veneto Artigianale con un workshop sul ‘gelato di una volta’ curato dai maestri gelatieri di Ciokkolatte, ci saranno i panificati ed i Maestri veneti dell’Arte Bianca. Si potranno assaggiare anche delle vere e proprie particolarità come i prodotti a base di latte di bufala dell’azienda agricola Scacco, il mitico pollo veneto latte & miele fritto di Scudellaro, e il libidinoso ‘Oca-burger‘ di Michele Littamè e l’oca in onto presidio Slow Food. Per leggere il nutrito programma, consulta: http://www.festivalcucinaveneta.it

FISH & CHEESE DAL 7 GIUGNO A JESOLO

FISH & CHEESE® da venerdì 7 a lunedì 10 giugno (spostata grazie all’inclemenza del mese di maggio). Dove: Piazza Casa Bianca  Lido di Jesolo dalle ore 11:00 alle 22:00. I migliori formaggi italiani e la cucina del mare protagonisti, vale a dire Formaggio & Pesce, una sfida per molti incompatibile, per altri possibile. Giudicheranno i visitatori. Ecco gli igredienti dell’evento: Mostra mercato dei formaggi italiani e dei prodotti ittici; Prodotti gastronomici; Laboratori guidati e masterclass; Eventi a terma nei ristoranti e wine bar di Jesolo. In contemporanea SummerWine, 100 vini per l’estate e la cuina del mare. Ingresso libero.   FISH & CHEESE® è un evento dove il vero protagonista è il formaggio: ci saranno produzioni casearie da tutta Italia, tutte artigianali e di qualità. La finalità è promuovere le specialità casearie italiane nelle tavole della ristorazione del litorale ai tanti turisti che saranno presenti nel week end della Pentecoste. Sono attesi, come ogni anno, numerosi turisti dall’Austria e dalla Germania. La manifestazione si svolgerà in Piazza Casa Bianca dove oltre alla mostra mercato, sarà possibile iscriversi ai laboratori di approfondimento con degustazioni. Nei giorni dell’evento molti ristoranti di Jesolo segnalati nella comunicazione, proporranno nel menù piatti con abbinamento formaggio & pesce. Fish & Cheese non sarà solo una provocazione. Abbinare il formaggio con la cucina del mare farà vivere ai partecipanti una nuova esperienza gustativa ed emozionale. Apparentemente aggiungere formaggi o prodotti lattiero-caseari ai piatti di pesce potrà sembrare “insolito”. Negli usi e costumi delle cucine regionali del passato il connubio è stato poco raccomandato, se non addirittura vietato. Il contrasto tra formaggi da una parte e prodotti ittici dall’altra, presente nelle cucine italiane del passato, si collegava al diverso modo di vivere e di procurarsi il cibo delle società dei pastori e di quelle dei pescatori. Le barriere culturali tra pastori e pescatori sono attualmente cadute e da quando gli italiani di ogni ceto hanno iniziato a viaggiare e a conoscere altre cucine ha preso piede e si sono diffuse sperimentazioni culinarie alla ricerca di nuovi gusti e, soprattutto, di nuove combinazioni. Il formaggio sta diventando sempre più un elemento dinamico e viene considerato cibo quando si consuma da solo (nature) e come ingrediente da cucina quando viene mixato ad altri cibi. È, oltretutto, flessibile perché può essere mangiato, assaggiato e gustato a tutte del giorno: dalla colazione, all’aperitivo, dalla cena al dopocena. Pesce & formaggio è diventato, dunque, sperimentazione, nuovo gusto, contaminazione. Orari di apertura di SummerWine: venerdì 7 giugno dalle 16 alle 20; sabato 8 giugno  dalle ore 11 alle 22; domenica 9 giugno dalle ore 11 alle 20; lunedì 10 giugno dalle ore 11 alle 20. Le degustazioni di SummerWine sono regolate dall’acquisto in un ticket. Per maggiori info: segreteria@gurucomunicazione.it

Elenco Formaggi presenti a Fish& Cheese

Stael (robiola) di capra, Cadolet (stracchino) di capra, Fatuli’ (affumicato di capra bionda dell’Adamello), Mascharpì  (ricotta affumicata), Nostranì ( semistagionato grasso di vacca),  Val Fredda (stagionato di malga 1 e 2 anni), Formaggella di vacca, Piacentinu ennese Dop, Pecorino siciliano, Nero sicilia, Ricotta salata, Vastedda del Belice Dop, Bergamella, Verde pascolo (formaggio di mucca dolce), Cavernicolo (formaggio di mucca stagionato 3/4 anni),  Primo sale capra, Rustica di capra (formagelle piccole di pura capra), Crema di Gorgonzola (crema 100% di gorgonzola cremoso spalmabile), Canestrato di Moliterno IGP, Caciocavallo Podolico,  Caciocavallo ubriaco, Asiago Dop  Fresco e  Stagionato, Formaggio tris (mucca-pecora e capra), Caprino vegetale, Parmigiano Reggiano 18  –  24  –  36  mesi, Stella Alpina  (latte vaccino),  Viola (latte vaccino), Signor Blu  erborinato  (latte vaccino), Mozzarella di Bufala Campana Dop, Ricotta di Bufala Dop, Fabula, Bucaneve  pura capra, Primordiale pura capra, Burrata Pugliese, Burrata Pugliese affumicata, Stracciatella, Crema di Rugiada, Fiore Sardo, Canestrato del Gargano, Salva Cremasco,  Salva Cremasco affinato con Fiori e miele, con l’olio di oliva, con vinaccia di Passito, con Rosmarino Timo e Salvia, affinato con Fieno e affinato con Gelsomino e Fiordaliso,  Pecorino Sardo, Pecorino Toscano Riserva, Pecorino al pistacchio, allo zafferano, erborinato (cacio d’oro), Pecorino stagionato nel rosmarino, nella cenere, alla cipolla e alle pere.

 

 

 

 

 

 

 

ANNO DOMINI: SE BOTTIGLIA ED ETICHETTA GUARDANO AL DESIGN

Raimondo Sandri

Giovedì 30 maggio (ore 18.30) presso la cantina 47 Anno Domini (Via Treviso Mare, 2 – Roncade), Raimondo Sandri art director e designer descriverà attraverso due case-history il processo creativo dell’etichetta e della bottiglia di successo. Saranno illustrate le fasi di sviluppo, dalla creazione alla realizzazione finale di questi due elementi fondamentali nella comunicazione del Brand, progettate per 47 Anno Domini. Oltre all’esplorazione del lavoro di ricerca che ha dato origine alle nuove etichette della linea Sottovoce, per la prima volta verrà anche illustrato nel dettaglio il percorso creativo seguito da Raimondo Sandri per giungere allo shaping finale nel design della bottiglia Diamante. Un processo caratterizzato da una fase di ricerca davvero unica che prevede la realizzazione a mano di modelli e prototipi in creta; la bottiglia diventa scultura e attraverso la modellazione artistica trova nuovi volumi e forme. Essenziale è la competenza tecnica tipica del design industriale maturata da Sandri, che permette di trasformare, nella parte finale del progetto, le bottiglie-sculture in prodotti di successo sul mercato. Tra le sue ultime creazioni una bottiglia commissionata per il mercato svedese che sta spopolando nei paesi scandinavi, ma totalmente Made in Italy. ‟In un mercato come quello vinicolo contraddistinto da una forte concorrenza e un frequente appiattimento delle differenze di prodotto, il packaging riveste un’importanza cruciale, sia esso riferito al label design che al design della bottiglia. Il packaging efficace imprime nella mente del consumatore il marchio, e contribuisce a stabilirne e rafforzarne l’identità e la credibilità, ha il compito inoltre di trasmettere l’immagine del Brand e dei suoi valori che attraverso una creatività competente si devono individuare e saper rendere seducenti. La coerenza di marca e di Brand Expression sono principi che devono ispirare ogni atto creativo che riguardi la comunicazione” dichiara Raimondo Sandri. La sua ricerca spazia dal definire le qualità espressive dei diversi materiali e il loro potenziale come veicoli comunicativi, all’individuare nuovi equilibri tra bottiglia ed etichetta; un rapporto fatto non solo di contrasti, ma sempre più dell’interazione fra tradizione e innovazione, artigianalità e tecnologia, cultura visiva e marketing.Al termine della presentazione seguiranno la visita di cantina e barricaia di 47 Anno Domini e la degustazione dei prodotti della Linea Sottovoce (Chardonnay DOC Piave, Sauvignon IGT TreVenezie, Pinot Nero IGT Veneto, Merlot DOC Venezia) e dell’esclusivo Prosecco DOC Spumante Biologico in bottiglia Diamante. Per prenotazioni: info@47annodomini.it

DEGUSTAZIONI E GRANDI CIBI DI STREET FOOD DA ANTONELLA CORDA

Christian Puecher e Antonella Corda

Visite in cantina, degustazioni e street food d’eccellenza. Antonella Corda apre le porte della sua azienda domenica 26 maggiodalle 11.00 alle 19.00, in occasione della ventisettesima edizione di Cantine Aperte. Accanto ai vini della cantina di Serdiana (CA) ci saranno per tutto il giorno le proposte gastronomiche di Cucina.eat,Josto e Framento. Alle 11.00 partirà la prima delle visite guidate, ripetute ogni ora fino alle 18.00 e tenute dai Sommelier AIS con l’introduzione di Luca Mercenaro, ricercatore del dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari, e di Marco Pisano, geologo esperto del territorio di Serdiana. I visitatori partiranno da una passeggiata in vigneto, dove si parlerà delle caratteristiche dei terreni e delle uve, per arrivare poi in cantina e scoprire i processi che portano alla nascita dei vini. I sommelier proporranno quindi degustazioni di VermentinoNuragus Cannonau prodotti da Antonella Corda, che lo scorso anno si è aggiudicata il premio di Cantina Emergente del Gambero Rosso. Per tutta la mattina, inoltre, una carrozza trainata da cavalli sarà a disposizione per condurre adulti e bambini in un viaggio attorno ai vigneti, con partenze dalla cantina ogni 20 minuti. Ad accompagnare i calici la musica dei DeeJay Foxi & Herny, i panini di Panino.eat, l’Ape Gourmet del locale cagliaritano Cucina.eat a metà tra ristorante e gastronomia, e le pizze di Framento, tra le 50 migliori pizzerie d’Italia e del mondo secondo 50 Top Pizza 2018 e insegna premiata con i Tre Spicchi dal Gambero Rosso. A completare la proposta ci sarà un piatto gourmet preparato da Francesco Vitale di Cucina.eat e Pierluigi Fais, chef e titolare, insieme alla famiglia, di Framento e del ristoranteJosto. Accanto alle preparazioni salate, la gelateria I Fenu porterà le sue specialità artigianali preparate con le migliori materie prime della Sardegna. “Questa giornata – spiega Antonella Corda – è stata pensata come un grande picnic all’aperto tra amici. Siamo felici di poter ospitare in cantina tutti gli appassionati che vorranno scoprire come nascono i nostri vini e vorranno godersi una giornata all’insegna del buon bere e del buon cibo”.

IL LESSINI DURELLO NOMINATO MIGLIOR SPUMANTE DI VINITALY

Il Settecento33 di Cantina di Soave sbaraglia la concorrenza e viene eletto miglior spumante dalla guida 5StarWines di Vinitaly. Dopo le dichiarazioni di Kerin O Keefe e Luca Gardini, altro risultato autorevole per la denominazione spumantistica. Con 93 punti il Lessini Durello Settecento33 della Cantina di Soave si aggiudica il premio come miglior spumante d’Italia. È stato un selezionato panel di esperti internazionali, capitanati da Lynne Sherriff MW a decretare i vincitori della guida. Ben 2.700 i campioni presentati dai 5.600 espositori della fiera veronese; una lunga selezione che ha portato a una scelta di 100 vini, premiati poi per le categorie di appartenenza. Primo per i vini spumanti il Lessini Durello. “Una grande soddisfazione per la nostra piccola ma esclusiva denominazione – dice Paolo Fiorini, neo presidente del Consorzio – che premia il duro lavoro che stanno facendo i nostri produttori sul fronte dell’identità di questo spumante, unico nel panorama italiano”. Da inizio anno riflettori puntati infatti sulla denominazione berico/scaligera. Kerin O’Keefe, di Wine Enthusiast, tra i nomi più influenti del mondo del vino ha definito il Lessini Durello la sua più bella scoperta del 2018, mentre il noto sommelier Luca Gardini ha decretato il Lessini Durello Metodo classico IoTeti tra i migliori assaggi di Vinitaly. La crescita della denominazione si attesta anche con l’entrata di un nuovo socio, la Tenuta Natalina Grandi di Gambellara. “Ci aspetta un grande Vinitaly – dice Matteo Fongaro, vice presidente del Consorzio – dove le nostre bollicine saranno protagoniste nei 4 giorni di evento. Attendiamo ora la definitiva modifica del disciplinare che chiuderà un iter iniziato lo scorso anno, e siamo pronti per un anno di importante promozione>>

I SUPERTUSCAN ALLE OSTERIE MODERNE

Occasione da non perdere alle Osterie Moderne di Campodarsego (PD) quella di lunedì 15 aprile a partire dalle ore 20. SASSICAIA, ORNELLAIA, TIGNANELLO ed altri grandi vini toscani, vale a dire i cosidetti supertuscan e saranno presenti solo le grandi griffe del vino toscano. In degustazione: Sassicaia 2016 Tenuta San Guido 100/100 Guida Parker Wine Advocate; Ornellaia ’15 Tenuta Ornellaia; Tignanello ’14 Antinori; Paleo ’15 Le Macchiole; Grattamacco ’15 Tenuta Podere Grattamacco; Siepi 2015 Mazzei; Mormoreto ’14 Frescobaldi; Oreno Toscana Rosso 2015 Sette Ponti; Guidalberto ’14 Tenuta San Guido; Serre Nuove ’15 Tenuta Ornellaia; Cà Marcanda ’15 Gaja; Guado al Tasso ’15 Antinori; Toscana Rosso IGT La Madonnina; Do Ut Des ’15 Fattoria Carpineto Fontalpino. Costo della degustazione a persona: 95 euro. Si consiglia la prenotazione: tel. 049 5565236 – email:  info@osteriemoderne.it.

 

 

 

 

I GIGANTI DI LANGA ALL’ABBAZIA DI PRAGLIA

La terza edizione della manifestazione I Giganti di Langa si svolgerà domenica 3 marzo 2019 presso il Centro Congressi dell’Abbazia di Praglia di Teolo (Padova): l’evento organizzato da Associazione Culturale Arte & Vino interamente dedicato ai vini delle Langhe con degustazioni, incontri, seminari e workshop con gli esperti. La giornata comincerà alle ore 10.30 con l’incontro pubblico organizzato con il patrocinio di FERPI Triveneto: Enogastronomia in tv, informazione o show. Comunicare la ristorazione oggi, tra realtà e falsi miti durante il quale giornalisti, chef, food blogger ed esperti si confronteranno su che cosa c’è dietro all’immagine patinata di ristoranti e chef. La manifestazione proseguirà con un lungo banco d’assaggio dalle ore 11.30 alle ore 19.30 che darà modo di degustare le migliori produzioni di Barolo, Barbaresco, Nebbiolo, Barbera, Roero assieme a rappresentativi vini bianchi del territorio: dalle grandi firme di riferimento a interessanti produttori emergenti. Ad accompagnare gli assaggi, ci saranno prodotti gastronomici proposti da artigiani locali, oltre a un servizio di ristorazione che sarà attivo durante tutto l’arco della giornata. Protagoniste della giornata una selezione di etichette di qualificate aziende delle Langhe: Sottimano, Bruno Giacosa, Negro Angelo e Figli, Cantina Palladino, Ettore Germano, Francesco Sobrero, Cortese Giuseppe, Ca’ Richeta, Fratelli Aimasso, Giuseppe Fassino, Fabrizio Ressia, Massimo Rivetti, Az. Agricola Segni di Langa, Bruno Rocca, Réva, Fratelli Serio e Battista di Borgogno, Schiavenza, Az. Agricola Orlando Agrigo, Marchesi di Barolo, Pietro Busso, Tranchero Osvaldo, Castello di Neive, Bovio, Produttori del Barbaresco, Beppe Marino Az. Vinicola, Ciabot Berton, La Bioca, Punset, Az. Agr. Rivetto di Sinio, Castello di Verduno, Mario Rivetti Cascina Serre, Cascina Rabaglio.