“I PERCORSI DEL SIMPOSIO”. A CAPRINO VERONESE IL 14 E 15 APRILE VA IN SCENA IL GUSTO

Villa Cariola

Molte realtà produttive artigianali del nostro paese presenteranno in esclusiva le loro specialità durante “I percorsi del Simposio”, la manifestazione enogastronomica a Caprino Veronese (Verona), in località Preele, nella dimora storica di Villa Cariola.
Tra sapori e profumi nostrani sarà possibile degustare e acquistare, direttamente dai produttori, le eccellenze dell’enogastronomia italiana. Le degustazioni guidate avranno un ruolo importante: lo champagne sarà raccontato da un esperto sommelier. Scopriremo tutte le novità della Compagnia del Cioccolato per mano del vice presidente Roberto Caraceni. Gli show cooking avranno come protagonisti chef e pastrychef come Claudio Gatti e lo stellato Tano Simonato, anche patron della due giorni.
Inoltre, l’angolo sigari con Fummelier di lungo corso, le confraternite veronesi che presenteranno prodotti e ricette naturali e di grande tradizione.
Altro fiore all’occhiello dell’evento sarà un Foodcontest tra scuole alberghiere che si sfideranno con i prodotti delle aziende espositrici: un laboratorio d’idee per coniugare l’eccellenza della materia prima e la creatività.
L’iniziativa è rivolta a tutti gli operatori e agli appassionati del settore enogastronomico. La manifestazione si terrà sabato 14 aprile con orario continuato dalle 10.30 alle 23.00 e domenica 15 aprile dalle 10 alle 20. L’ingresso sarà gratuito per gli operatori, mentre per i visitatori è previsto un biglietto d’ingresso di 10 euro con degustazione inclusa.

Annunci

RICETTE FACILI SENZA GLUTINE: UN LIBRO PER DODICI CHEF

Monica Ranzi

Monica Ranzi

Dodici chef, dodici storie di diverse, dodici esperienze diverse ma un comune denominatore: cucinare senza glutine. Li ha messi insieme in un libro Monica Ranzi, mamma di un ragazzo celiaco, che vorrebbe vedere nei ristoranti ciò che si fa in casa nella vita di tutti i giorni. I cuochi sono Franco Aliberti, Stefano Baiocco, Enrico Bartolini, Cristian Bertol, Pino Cuttaia, Annie Féolde, Filippo La Mantia, Philippe Léveillé, Rosanna Marziale, Davide Oldani, Tano Simonato, Daniele Zennaro. Sono amici di Ranzi, hanno raccolto la sua sfida: preparare un menu da quattro portate, antipasto, primo, secondo e dolce. Quarantotto ricette, tradotte anche in inglese, racchiuse nel libro “Gluten Free d’autore”, il nuovo volume edito da Gribaudo, scritto dopo due anni di lavoro. Presentato al Casinò di Venezia dallo scrittore Flavio Birri, il volume costa 26 euro ed è in libreria da qualche giorno. «Il mio obiettivo è che se parli – spiega Ranzi, milanese ma da una vita a Brescia perché se anche la grande ristorazione cucina senza glutine possono farlo tutti». In Italia ci sono 600 mila celiaci dichiarati, ovvero una persona ogni 100, mentre si stimano 6 milioni di intolleranti. «Intolleranza può essere passeggera – spiega la donna – non la celiachia». Si è accorta della malattia del figlio secondogenito per alcuni dolori al ventre; un’indagine successiva durata sei mesi per stabilire la diagnosi che le hanno fatto cambiare il modo di cucinare. C’è pure un’applicazione del telefono dell’Aic (Associazione italiana celiachia) oppure lo stesso sito http://www.celichia.it che aiuta a trovare i cercare i prodotti senza glutine, le aziende produttrici, dove si possono acquistare. «Non cerco tanto di vendere il mio libro – dice parlando del suo lavoro – ma sensibilizzare su questi temi le persone e i ristoratori». Alla stesura testo hanno contribuito Mistral Comunicazione e Relazioni Pubbliche, che ha sviluppato l’intero progetto, oltre a Paola Ricas, storico direttore de La Cucina Italiana, mentre la prefazione è curata dal nutrizionista Giorgio Doneganiche.