UN PIC NIC SOTTO LE STELLE PER UNA MAGICA NOTTE D’ESTATE

Una notte di San Lorenzo tra calici e cielo stellato quella che propone l’Azienda Collalto per il 10 agosto: il magico spettacolo delle stelle cadenti visto dalla suggestiva collina di San Salvatore.

A partire dalle 20 si potrà trascorrere una serata indimenticabile tra gli ulivi secolari degustando i vini Collalto, cenando all’aria aperta e osservando le stelle con un sottofondo di musica jazz e luci soffuse.

Il punto di ritrovo sarà all’interno della storica cantina, dove verrà consegnato ai partecipanti un cestino contenente uno sfizioso menu, una bottiglia di vino ogni due persone e una coperta per il picnic (su cauzione).

Un percorso tra i vigneti di circa 400 metri condurrà dalla cantina all’uliveto di San Salvatore, dove distendersi e godersi la serata.

Per chi preferisse evitare la camminata, sarà allestito anche un servizio navetta.

Costo, 25 euro a persona.

Il menu prevede pasta fredda con pesto di basilico, zucchine e melanzane, Arrosto di porchetta con patate al forno al rosmarino oppure omelette con verdure grigliate e formaggio, Macedonia di frutta, Pane e bottiglietta d’acqua da mezzo litro, una bottiglia di vino ogni due persone (oppure tre calici a persona).

Per informazioni e prenotazioni: incoming@cantine-collalto.it oppure 320 4027194

 

CANTINE APERTE A COLLALTO

Domenica 26 maggio, dalle 10 alle 18, torna “Cantine Aperte” a Susegana (Treviso), uno dei principali eventi enoturistici nazionali organizzato dal Movimento Turismo del Vino durante il quale le cantine aderenti aprono le porte al pubblico per far vivere un’esperienza diretta a tutti gli enoappassionati.

Per l’occasione, la storica azienda Conte Collalto propone un ricco programma che prevede, oltre alla possibilità di degustare i propri vini e di acquistarli nel wine shop, anche la visita guidata in cantina, per scoprire tutti i segreti della vinificazione e dell’affinamento. Il costo a persona è di 10 euro comprensivi del calice da degustazione con portacalice in omaggio e della degustazione di 5 vini da scegliere tra le 10 etichette più rappresentative dell’azienda.

Nel cortile della cantina si potranno trovare inoltre il food truck de Le Papere Itineranti con coni di frittura espressa di pesce e verdure e un gazebo con gustosi hamburger.

Contestualmente sarà possibile visitare, all’interno della cantina, la mostra d’arte collettiva “Roots Art”, che inaugurerà sabato 25 maggio e proseguirà fino al 1 giugno. La mostra vedrà come protagoniste le opere di cinque artisti del territorio che si confronteranno sul tema del legame con la terra e la natura.

Dulcis in fundo, sarà prevista un’apertura straordinaria del Castello di San Salvatore: un inedito tour della durata di 1 ora per scoprirne i meravigliosi spazi e gli antichi segreti.  Costo tour del Castello: 10 euro per persona. Costo di partecipazione a Cantine Aperte in Cantina Collalto più il tour del Castello: 15 euro per persona (solo su prenotazione al 0438/435020 e info@castellosansalvatore.it).

CANTINA COLLALTO, UN VINO DEDICATO ALLA SUA PRINCIPESSA.

Principessa Isabella

Si chiama Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Rive di Collalto Docg “Isabella” Brut Millesimato e il nome non è un caso. È dedicato alla principessa Isabella Collalto de Croÿ e alla sua famiglia che, da oltre mille anni, 1060 per la precisione, ha saputo preservare le terre attorno al castello di San Salvatore a Susegana, nel Trevigiano. Su questa collina, ben oltre 1.000 anni fa, si sono insediati gli antenati della principessa Isabella, dal cui nome hanno preso poi il titolo di Conti di Collalto.
Si chiama “Rive” perché ricorda le colline; le uve, Glera, sono selezionate e arrivano da un’amena collina, di origine morenica, che si trova proprio a nord del borgo, la collina di Collato. Il vigneto è di oltre un ettaro e si trova proprio sul cucuzzolo ed è circondato da un boschetto che funge da protezione.
Il prodotto sarà messo in commercio in questi giorni (vendemmia 2017), ha un grado alcolico di 12 gradi e il vino è lavorato seguendo il metodo Martinotti-Charmat. Dopo un lungo periodo di sosta sui lieviti seguente la presa della spuma e la successiva stabilizzazione tartarica, il vino è filtrato e imbottigliato.
Di colore giallo paglierino tenue, porta con sé profumi floreali, fruttati, freschi ed è l’ideale per un piatto di pesce, fritture, piatti della tradizione veneta come i nervetti, le cervella fritte o i bigoli in sala.
Venerdì 30 novembre, alle 19.30, l’azienda agricola Conte Collalto presenterà al pubblico proprio il suo nuovo gioiello. Per l’occasione, sarà organizzata una cena in cantina con degustazione guidata da Fabio Guerra, noto giornalista, sommelier, docente Slow Food. Questo il menu della serata:
come aperitivo saranno serviti delleFoglie di borraggine, Fiori di zucchina e salvia,
Polpettine di melanzane e crocchette con cuore di formaggio, Panciotte con patate pancetta e rosmarino, Frittelline con ricotta forte di pecora e pomodoro, Frittelline prezzemolo e formaggio, Frittelline con cacio e peperoni, Olive in pastella e porro. L’antipato, invece, sarà il Tortino ai chiodini su crema di zucca. Come primi, saranno proposti il Risotto al Brut Rive di Collalto “Isabella”, pepe rosa e crudità di Radicchio di Treviso e Scrigni con burrata e porcini. Si proseguirà con il secondo Suprema di faraona lardellata con patate al forno e spadone gratinato, il dessert Torta di mandorle con crema inglese.
La cena ha un costo di 40 euro a persona.
Posti limitati. Per informazioni e prenotazioni chiamare lo 0438-435811 oppure scrivere a info@cantine-collalto.it

ECCO PONTE ROSSO, L’ULTIMA GEMMA DI CASA COLLALTO

Principessa Isabella Collalto

L’ultimo nato di casa Collalto è uno spumante Brut Nature Millesimato innovativo e moderno, ottenuto dalla Glera ricca di minerali coltivata nella caratteristica località di Ponte Rosso, vicino al Castello di San Salvatore. Si chiama Ponte Rosso e arriva in un anno particolare: nel 2018, l’azienda di Susegana (Treviso) ricorrono i 1060 di presenza ella famiglia nella Marca Trevigiana.
E si è voluta regalare un vino che sarà presentato alla prossima edizione di Vinitaly (15-18 aprile) a Verona, della vendemmia 2017, proposto in anteprima per alcuni ospiti nella cantina dell’azienda, nato da un lavoro di zonazione dei vigneti per valorizzare al meglio le particolarità delle diverse aree. Ponte Rosso è una località vicina al Castello di San Salvatore, dove il terreno è particolarmente argilloso. In passato, in quest’area veniva estratta l’argilla, di colore rosso, per produrre coppi e mattoni per le case della Corte dei Conti di Collalto. I mattoni realizzati con questa argilla erano di un colore così intenso che il ponte con i quali è stato costruito ha preso il nome di Ponte Rosso. La Glera generata da questa terra è ricca di minerali, perfetta per un Brut Nature, ben strutturato, minerale e austero come il nostro Ponte Rosso.
Al termine della degustazione, una cena per assaggiare altri prodotti di casa Collalto; così il Ponte Rosso ha accompagnato il Timballo di zucca su fonduta e tartufo nero e i Taglioni al Prosecco con pisellini novelli e Parma Croccante, seguiti da un Filetto di pesce bianco in mantello di lattuga, burro al lime, carote vichy e zecchinette con in tavola un Rosabianco Incrocio Manzoni Rosa.
Per finire, un Trio di sorbetti alla frutta, fragole e menta con il Violette Incrocio Manzoni Moscato e un Caffè con Grappa Prince Riserva 18 mesi barricata.