IL FERROWINE JESOLO EXPERIENCE STORE APRE IN PIAZZA DRAGO

Dopo il negozio di Castelfranco Veneto, aperto nel 2014, questo secondo punto vendita diventa un’ulteriore pietra miliare nel percorso di crescita di Ferrowine, storica azienda specializzata nella vendita e distribuzione di prodotti beverage, fondata ormai 100 anni fa dalla Famiglia Ferro, che ancora oggi la dirige. Uno spazio da 600 metri quadrati a Jesolo lido, nella frequentata piazza Drago, dove i clienti sia privati che del canale HO.RE.CA. potranno trovare la stessa ampia offerta della sede originaria, in termini di vini, birre e spirits (4000 referenze in totale).

La novità principale di Jesolo è che qui gli ospiti avranno la possibilità di partecipare tutti i giorni a degustazioni e corsi organizzati da Ferrowine con i suoi specialist. Il negozio sarà aperto sette giorni su sette dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 23.

Ferrowine Jesolo è dunque un Experience Store: uno spazio in cui vivere tante esperienze, scoprire nuovi prodotti, approfondire la passione per il buon bere e imparare sempre qualcosa di nuovo. Nei mesi estivi, fino a settembre, Ferrowine organizzerà ogni giorno un momento di incontro per conoscere il mondo del vino, delle birre artigianali e degli spirit. Sommelier esperti e dai curricula importanti proporranno percorsi di avvicinamento, serate di formazione e incontri di approfondimento con i produttori.

Durante l’estate 2019 Ferrowine Jesolo proporrà ogni settimana le seguenti degustazioni; il lunedì con vini rossi italiani con approfondimento attraverso cinque vini, altrettante zone e produttori diversi. Il martedì le birre artigianali, alla scoperta dei micro birrifici e delle loro birre sempre nuove, mai banali, il mercoledì i vini bianchi italiani, con un viaggio sensoriale alla scoperta dei vitigni, delle cantine e delle zone di produzione dei grandi bianchi e il giovedì il mondo degli spirit, imparandoli a conoscere in tutta la sua fase.

Per il fine settimana, il venerdì, le bollicine, dedicato ai vini delle feste, il sabato le collaborazioni, con le proposte di abbinamento cibo-vino.

Nei mesi invernali, oltre a proseguire con gli appuntamenti dedicati ai privati, saranno programmate delle sessioni di formazione dedicate agli operatori HO.RE.CA. Le attività organizzate all’interno del nuovo spazio di Jesolo saranno rivolte soprattutto a tre tipi di clienti: professionisti del canale in commercio, con 400 strutture ricettive e 600 tra ristoranti, bar e birrerie; turisti da tutto il mondo, visto che ogni anno la località registra circa 5 milioni di presenze durante i soli mesi estivi; i residenti del litorale veneto: Jesolo è, inoltre, una località facilmente raggiungibile tutto l’anno, il pubblico privato di questa zona diventa un target molto interessante in quanto, in questo territorio di riferimento, non esistono altre realtà equiparabili a Ferrowine per il settore del vino, della birra, degli spirits e delle bevande in genere.

13 GIUGNO JESOLO, TERRAZZAMARE, RITORNA LA “CHAMPIONS LEAGUE EUROPEA DEL GUSTO”.

Il faro della Città di Jesolo testimone ancora una volta dell’evento enogastronomico più atteso dell’anno che si svolgerà dalle 18 alle 24 al TerrazzaMare Marcandole di Jesolo, uno dei luoghi più suggestivi della riviera adriatica. È l’ottavo meeting di alta cucina con la cerimonia di consegna dei premi dove, davanti ad un pubblico formato principalmente da giornalisti italiani e internazionali, sfileranno i venti premiati della ventitreesima edizione della Guida Best Gourmet edita da Club Magnar Ben e coordinata da una squadra composta da quindici esperti e giornalisti di prim’ordine in fatto di enogastronomia.

Tra migliori cucine, chef, piatti, vini e prodotti, l’ottavo Meeting sarà un’occasione unica per vedere tutti assieme tanti personaggi che hanno saputo valorizzare non solo tecniche di cucina, ricette tradizionali o innovative, ma anche prodotti, vini, dalle grandi maison spumantistiche Italiane come Ferrari della famiglia Lunelli, ai piccoli produttori che stanno divenendo “interpreti” di una rinascita del vino come Alessandro Winkler ed il suo Boschera, oppure i prosciutti d’autore come Bagatto del Crudo di San Daniele. Piccoli e grandi artigiani del gusto, uniti dalla sola determinazione della ricerca alla qualità e sostenibilità dell’ambiente.

A seguire saranno dodici i fuoriclasse del gusto per la consueta Gran Cena di Gala che quest’anno prevede il tema-sfida “Jesolo contro Alpe Adria”, un interessante e divertente confronto tra cucine di mare e di terra composto di due compagini territoriali ciascuna formata da tre elementi (due ristoranti e un pasticcere) e relativi vini e Gin.

Così per la Città di Jesolo il gusto è stato affidato alla squadra formata da “Cucina da Omar” con Omar e Valli Zorzetto, dallo chef Roberto Bardella e la brigata di cucina del “TerrazzaMare Marcandole” e dal Maestro pasticcere Mauro Pinel della omonima “Pasticceria Pinel”, mentre per la macroregione il gusto e la ricerca sono stati affidati allo stellato trentino Alessandro Gilmozzi del ristorante El Molin, a Ilija Pejic dell’omonimo ristorante nel Golf Club di Tarvisio (Udine) nel cuore del territorio tipico mitteleuropeo e a Dario Loison di Pasticceri Loison dal 1934 azienda artigianale storica del vicentino.

Tanti i vini selezionati in degustazione per il brindisi: il “Corderie” Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Magnum Astoria, il Ferrari Riserva Lunelli 2009 Trento Doc, il “Rosato” bio con il fondo di Alessandro Winkler, la “Malvasia Particella Mappale 366” di Vignaioli Specogna, il “Brut Nature Metodo Classico Rodaro Pas Dosé” di Rodaro Winery, Ribolla Gialla Extra Brut il Metodo Classico Villa Parens, il Amandum Friulano Dai Moras.

In abbinamento alla cena il “Mon” Saten Brut Villa Franciacorta di Moticelli Brusati – Brescia, il nuovissimo “Geck” Gewürztramier Trentino Doc – di Astoria, fresco di lancio al Vinitaly, il “Friulano 2016” di Paolo Rodaro Winery, il “Duality” Sauvignon – Vignaioli Specogna del Collio, il Gran Rosè Dosage Zero 2015 Metodo Classico e il Gran Finalè – Ribolla Gialla Raccolta Tardiva 2014 di Villa Parens. Infine Gilbach.Gin di Alessandro Gilmozzi con Gin&Tonic realizzato dai bartender di TerrazzaMare Marcandole.

L’appuntamento è creato dall’enogastronomo editore Maurizio Potocnik, che negli anni è divenuto la chermesse più cool in fatto di enogastronomia dell’Alpe Adria, la macroregione nel cuore dell’Europa che comprende 4 nazioni tra Italia-Austria-Slovenia-Croazia.

Una panoramica completa di questa formidabile macroregione che non ha eguali al mondo! Sono partner istituzionali dell’evento, il ristorante TerrazzaMare Marcandole e Marcandole di Salgareda, l’Azienda Astoria Wines di Giorgio Polegato, il Comune Città di Jesolo e l’assessorato al Turismo, l’Associazione Jesolana Albergatori Aja con il Presidente Alberto Maschio, sempre in prima fila per la promozione dell’accoglienza della spiaggia più gettonata e ora anche più gourmet d’Italia.

ROSSO 14 JESOLO, CAMBIA FACCIA, CAMBIA FILOSOFIA

Ivan Rorato

C’è una nuova situazione nel cuore di Jesolo Lido, a due passi da piazza Drago. È stato mantenuto il nome, Rosso 14, sono cambiati i proprietari e la filosofia. Da inizio estate il locale, diretto da Sonia Miatton con in cucina lo chef Ivan Rorato, punta sul territorio, a degli abbinamenti creativi con piatti equilibrati e prodotti stagionali. Si propone di tenere aperto tutto l’anno, a parte il normale periodo di ferie previsto, comunque, per l’inverno, per essere un punto di riferimento non solo per i turisti ma anche per gli jesolani, chi viene sul posto per lavoro e chi abita attorno tra Veneziano e Trevigiano. Un posto, per una sessantina di coperti, ideale per trascorrere un pranzo di lavoro o una serata in compagnia a due passi dal mare. Anche gli arredi sono curati nei particolari, con la possibilità di mangiare all’aperto nel plateatico attorno durante la bella stagione. Un ambiente dove cucina, vino, birra, trovano il giusto equilibrio, dove si incontrano i gusti del mare e della laguna. Il menu propone piatti per tutti i gusti, dal pesce alla carne, ben presentati e, perché no, pure abbondanti. Una cucina capace di stupire per concretezza e creatività, in un piacevole viaggio tra le stagioni e i prodotti territoriali. Un luogo, dove dall’antipasto al dolce tutto è stato studiato e preparato per offrire un’esperienza gastronomica unica. Essendo stato aperto all’inizio del pieno della stagione estiva, una vera e propria inaugurazione non è stata fatta; per questo dal locale stanno pensando a tre serate, venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 settembre per intrattenere i clienti e gli ospiti.

INCANTATI DAL GUSTO DELLA MACROREGIONE PIÙ BELLA AL MONDO

Una kermesse che ogni anno sorprende con personaggi del mondo del cibo e del vino, con chef, piatti, vini e prodotti che raccontano un territorio unico. Così è andato l’ottavo meeting enogastronomico di alta cucina di Club Magnar Ben Best Gourmert a Jesolo a Terrazza Mare Marcandole (Venezia), un luogo incantevole rilanciato alla grande dalle famiglie Rorato e Bardella, attraversato dal Sile, accarezzato dall’Adriatico, illuminato dal faro.

Maurizio Potocnik, fondatore della Guida Magnar Ben Best Gourmet ha guidato la manifestazione con amorevole ritmo tra le parole e i racconti di personaggi come Mateja Gravner figlia di Josko padre dei vini naturali, l’effervescenza con stile del 91 enne “pioniere” dei vini friulani Marco Felluga, e ancora tanti eccellenti premiati accorsi da Trento, da Brescia, dalla Slovenia, dalla Croazia, dal Veneto e dal Friuli Venezia Giulia. Per Maurizio Potocnik «mettere assieme tanta bontà e cultura del territorio è una grande sfida, ma ne vale la pena, vale la pena promuovere questa macroregione che ha tanto da raccontare in fatto di cultura, turismo, arte, paesaggio, cucina e agricoltura, io non riesco proprio a trovare dei territori che possano competere con questo nel mondo».

Dopo la cerimonia degli Awards Best of Alpe Adria che ha visto sfilare 15 campioni come Gravner (Gravner), Marco Felluga (Russiz Superiore), Tino Vettorello (Tre Panoce), Leandro Luppi (Vecchia Malcesine), Carlo Nappo (Podere dell’Angelo), Tadej Gasparin (Pikol), Michele Vallotti (Trattoria La Madia), Gabriele Gallieni (Re della Busa-Hotel Palace), Fabiana Mihajlovic (Konoba Buscina), Ivan e Sandro Uanetto (Trattoria Da Nando), Stefano Miozzo (Al Borgo 1964) , Claudio e Lorenzo Roncaccioli (FuoriModena), Flavia Kavcic (Pri Lojzetu – Villa Zemono), Mario Suban (Antica Trattoria da Suban), l’evento è proseguito con il ricco Buffet curato da Marcandole con la degustazione del Prosecco Superiore di Astoria, Partner dell’evento assieme a Aja (Associazione Jesolana Albergatori) e Bianco Treviso Concessionaria Lexus.

Alle 21 ancora emozioni con una “grande classica” di Club Magnar Ben Editore: La Gran Cena di Gala 2018”, quest’anno dedicata al mondo femminile in cucina e in tavola, un percorso raffinato e gustoso tra mare, orti e terra partito con il “Bellini in the sunset” realizzato con il succo di pesca bio di Marisa Saggio (Zolla14 Organic Farm Project) e il Casa Vittorino – Prosecco Docg Superiore Rive di Refrontolo Docg Millesimato Brut (Astoria Wines) promosso dalla bella e giovane Giorgia Polegato, a seguire la giovanissima chef Valeria Pierfederici di Terrazza Mare Marcandole con ricciola-anguria-lampone e salse bio di Erica Fontana (Fontana Bio), piatto abbinato elegantemente al Metodo Classico Trè Volti Brut di Angela Maculan (Maculan).

Sorprende per gusto e morbidezza il tradizionale guazzetto dell’osteria realizzato dall’osteria Arcadia con Arcadia e Pamela e le cozze Dop di Scardovari (speciali), con crostone di pane di casa all’olio istriano Trasparenza Marina Mate di Aleksandra Vekic, (da una sponda all’altra dell’alto Adriatico), piatto abbinato con successo al Metodo Classico Rosè de Noirs Dosage Zero Millesimo 2014 rappresentato da Elisabetta Puiatti (Villa Parens).

Ancora emozioni a tavola con la chef padovana Silvia Moro del Ristorante Aldo Moro di Montagnana che ha presentato il “raviolo inverso”, intenso e raffinato e rifinito con 21 erbette abbinato superbamente al Rosa Bruna Rosato di Raboso Spumante Metodo Classico di Cecchetto rappresentato da Cristina Garetto.

Gabriella Cottali e Sara Devetak della storica Locanda Devetak hanno ben rappresentato il territorio del Carso italiano ai confini con la Slovenia con il petto di faraona e il lardo profumato con le erbe coltivate nell’orto di casadalla figlia Sara, abbinato al Friulano Amandum 2016 di Dai Moras rappresentato da Elisabetta Lupi.

Hanno chiuso la serata tra sorprese, dolcezze e bellezza la “padrona di casa ”Roberta Rorato con il “pink dessert” servito piacevolmente con uno rinfrescante short drink, il “Casta Rosa” delle Distillerie Castagner rappresentato da Giulia Castagner, un prodotto innovativo che promuove la grappa per il settore mixology.

15 CAMPIONI DEL GUSTO E 15 DONNE TRA CUCINA E TAVOLA PER LA MACROREGIONE EUROPEA DELL’ALPE ADRIA

Giovedì 21 giugno a Jesolo al Terrazza Mare dalle 17.30 alle 24 saranno di scena il meglio in fatto di cucina, vini e prodotti della macroregione europea dell’Alpe Adria che si estende tra l’Italia nord-nord est, l’Austria, la Slovenia la regione istriana della Croazia. Lo staff giornalistico, guidato dall’editore Maurizio Potocnik al completo con ben sedici giornalisti ed esperti collaboratori, darà via alla cerimonia di consegna degli Awards Best of Alpe Adria 2018 della Guida Magnar Ben Best Gourmet, arrivata alla ventiduesima edizione. Sono quindici i campioni del gusto del 2018 tra ristoranti di cucina creativa, tradizionale, di hotel, trattorie, konobe, carte vini al ristorante, aziende vinicole, vini d’annata e produttori di nicchia nel settore del food e dell’agricoltura, compreso un award dedicato alla miglior “sala di ristorante”, ritenuta importantissima per la qualità globale di un pranzo o una cena.

L’evento, unico nel suo genere, sia per la formidabile location jesolana fronte faro (ora rilanciata alla grande del team delle famiglie Bardella/Rorato), sia per gli altissimi contenuti cultural-territoriali e per la visione dei valori enogastronomici di un territorio unico al mondo, rappresenta un percorso di ricerca che dura da ventidue anni, rivolto alla promozione della qualità a tavola partendo dall’agricoltura per arrivare all’ospitalità. Dopo la cerimonia delle premiazioni e il brindisi/buffet con i vincitori, l’evento proseguirà con la Gran Cena di Gala dell’Alpe Adria, da sempre tra le cene/evento più innovative in questo territorio che quest’anno prevede la spettacolare partecipazione di più di quindici donne tra cucina, vini e prodotti.

The Pink Night inizierà al calar del sol, quando il cielo sopra la laguna si tingerà di rosa, un emozionante percorso tra Adriatico, orti, vigneti e monti dove più di quindici donne saranno protagoniste indiscusse del gusto, incominciando dal “Bellini in the sunset” con il succo di pesca bio di Marisa Saggio di Zolla 14 Organic Farm Project e il Casa Vittorino – Prosecco Docg Superiore Rive di Refrontolo Docg Millesimato Brut di Astoria con Giorgia Polegato, a seguire la giovanissima chef Valeria Pierfederici di Terrazza Mare Marcandole con un piatto abbinato alle composte bio di Erica Fontana di Fontana Bio e al Metodo Classico Trè Volti Brut di Angela Maculan cantina Maculan. Sarà poi il turno poi di una famosa trattoria del delta Po, l’osteria Arcadia con Arcadia e Pamela e le cozze Dop di Scardovari abbinate all’olio istriano Trasparenza Marina Mate di Aleksandra Vekic e al Metodo Classico Rosè de Noirs Dosage Zero Millesimo 2014 di Elisabetta Puiatti della maison Villa Parens.

Ancora emozioni a tavola con la chef padovana Silvia Moro del Ristorante Aldo Moro di Montagnana abbinata a Cristina Garetto e il suo Rosa Bruna Rosato di Raboso Spumante Metodo Classico di Cecchetto Giorgio. Sarà poi il turno di Gabriella Cottali e Sara Devetak della storica Locanda Devetak che rappresenteranno il cortile e l’orto del Carso abbinate a Elisabetta Lupi e il Friulano Amandum 2016 di Dai Moras. Chiuderanno la serata tra sorprese, dolcezze e bellezza la “padrona di casa” Roberta Rorato con il “pink dessert” abbinato al “Casta Rosa” di Giulia Castagner delle Distillerie Castagner.

L’evento esclusivo, realizzato da Club Magnar Ben Editore in collaborazione con Terrazza Mare Marcandole, Aja-Associazione Jesolana Albergatori, Bianco-Concessionaria Lexus e Astoria Vini, vedrà la prima parte con cerimonia dei premi e buffet aperta al pubblico, mentre The Pink Night – Gran Cena di Gala dell’Alpe Adria è solo su invito.