IL FERROWINE JESOLO EXPERIENCE STORE APRE IN PIAZZA DRAGO

Dopo il negozio di Castelfranco Veneto, aperto nel 2014, questo secondo punto vendita diventa un’ulteriore pietra miliare nel percorso di crescita di Ferrowine, storica azienda specializzata nella vendita e distribuzione di prodotti beverage, fondata ormai 100 anni fa dalla Famiglia Ferro, che ancora oggi la dirige. Uno spazio da 600 metri quadrati a Jesolo lido, nella frequentata piazza Drago, dove i clienti sia privati che del canale HO.RE.CA. potranno trovare la stessa ampia offerta della sede originaria, in termini di vini, birre e spirits (4000 referenze in totale).

La novità principale di Jesolo è che qui gli ospiti avranno la possibilità di partecipare tutti i giorni a degustazioni e corsi organizzati da Ferrowine con i suoi specialist. Il negozio sarà aperto sette giorni su sette dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 23.

Ferrowine Jesolo è dunque un Experience Store: uno spazio in cui vivere tante esperienze, scoprire nuovi prodotti, approfondire la passione per il buon bere e imparare sempre qualcosa di nuovo. Nei mesi estivi, fino a settembre, Ferrowine organizzerà ogni giorno un momento di incontro per conoscere il mondo del vino, delle birre artigianali e degli spirit. Sommelier esperti e dai curricula importanti proporranno percorsi di avvicinamento, serate di formazione e incontri di approfondimento con i produttori.

Durante l’estate 2019 Ferrowine Jesolo proporrà ogni settimana le seguenti degustazioni; il lunedì con vini rossi italiani con approfondimento attraverso cinque vini, altrettante zone e produttori diversi. Il martedì le birre artigianali, alla scoperta dei micro birrifici e delle loro birre sempre nuove, mai banali, il mercoledì i vini bianchi italiani, con un viaggio sensoriale alla scoperta dei vitigni, delle cantine e delle zone di produzione dei grandi bianchi e il giovedì il mondo degli spirit, imparandoli a conoscere in tutta la sua fase.

Per il fine settimana, il venerdì, le bollicine, dedicato ai vini delle feste, il sabato le collaborazioni, con le proposte di abbinamento cibo-vino.

Nei mesi invernali, oltre a proseguire con gli appuntamenti dedicati ai privati, saranno programmate delle sessioni di formazione dedicate agli operatori HO.RE.CA. Le attività organizzate all’interno del nuovo spazio di Jesolo saranno rivolte soprattutto a tre tipi di clienti: professionisti del canale in commercio, con 400 strutture ricettive e 600 tra ristoranti, bar e birrerie; turisti da tutto il mondo, visto che ogni anno la località registra circa 5 milioni di presenze durante i soli mesi estivi; i residenti del litorale veneto: Jesolo è, inoltre, una località facilmente raggiungibile tutto l’anno, il pubblico privato di questa zona diventa un target molto interessante in quanto, in questo territorio di riferimento, non esistono altre realtà equiparabili a Ferrowine per il settore del vino, della birra, degli spirits e delle bevande in genere.

DUE GIOVANI SI METTONO IN GIOCO: A MIRANO (VENEZIA) APERTO VILLA TESSIER

Marco Pemaro e Francesco Marcato

Cambia gestione una storica attività di Mirano (Venezia). Il marchio nuovo della ristorazione, con cui prendere confidenza a Mirano, è in realtà un nome già noto: Villa Tessier, come la villa che lo ospita. Ha aperto i battenti al posto del Castellantico 21, a due passi dalla piazza, nell’omonima via, già ritrovo di molti avventori negli anni passati. Al loro fianco c’è Confcommercio del Miranese, che ha seguito i titolari nell’intraprendere questa avventura.

L’idea è venuta in menta a Francesco Marcato e Marco Pemaro, 33 e 34 anni, il primo di Spinea, l’altro di Mirano. Si sono conosciuti all’Istituto alberghiero di Castelfranco Veneto, sono diventati amici e Mirano l’hanno frequentata, come molti loro coetanei, per anni. Serate in compagnia, buon cibo e un bicchiere di vino, ma con una particolarità: alla caotica movida della piazza hanno preferito sempre un luogo appartato come il Castellantico 21. Un ambiente più rilassato, che quando c’è stata la possibilità di rilevare, i due amici non si son fatti pregare.

D’altronde la lunga gavetta e la maturità professionale raggiunta negli anni alla corte dei migliori chef del mondo è una valida garanzia per partire: Francesco ha lavorato a Bolzano, al Gritti di Venezia, in ristoranti stellati della Sardegna e all’Hilton-Stucky, sempre a Venezia. Anche Marco ha passato in rassegna grandi marchi della ristorazione, hotel di lusso, dove lavorano da 20 a 40 cuochi: Bulgari Hotel, Armani Hotel, Ceresio 7 a Milano.

Sul fatto che la competenza non manchi ai fornelli di Villa Tessier ci sono dunque pochi dubbi: ma Marco e Francesco non hanno voluto aprire un ristorante stellato a Mirano. Si è puntato a un luogo informale, con uno sguardo al territorio e alla stagionalità dei prodotti. Menù per tutti i palati, sia di carne che pesce, con un’unica ambizione.

Il tutto in un ambiente caratteristico come quello di Villa Tessier, affacciato sul parco della Villa miranese: 45 coperti all’interno, 50 nel tipico porticato esterno, dove c’è lo spazio anche per un aperitivo, separato dal ristorante, ma in continuità con esso, per potersi poi sedere comodamente a tavola e proseguire la serata.

Villa Tessier è aperto già da alcune settimane, l’inaugurazione ufficiale sarà però il 15 giugno.