4 AGOSTO, APPUNTAMENTO CON MADE IN TORREGLIA

Antica Trattoria Ballotta

 

È per martedì 4 agosto (inizialmente previsto per lunedì 3 agosto) l’appuntamento con Made In Torreglia, nel Padovano. Evento organizzato nella cittadina ai piedi dei Colli Euganei che si estende salendo un dolce fianco fino al nucleo di Torreglia Alta (Padova) dal quale si gode un panorama mozzafiato su quella che è stata definita la food valley del parco Regionale degli Euganei. A fare da motore alla macchina enogastronomica che ha coinvolto pure altre attività commerciali e di servizi aderenti all’associazione Torreglia Shopping, l’infaticabile. Fabio Legnaro, della storica Antica Trattoria Ballotta,e tutto il suo staff. Sua infatti l’origine dell’idea di organizzare una serata per salutare i primi timidi ritorni alla convivialità e ai piaceri della buona tavola dopo la lunga quarantena domiciliare imposta agli italiani e ai veneti dalla emergenza.

Al centro della serata dunque la buona tavola, il buon bere e la cornice della serena convivialità che sappia riportare il sorriso; anche al di sotto delle mascherine che sono sempre e comunque indicate finché l’emergenza virus non sarà definitivamente sconfitta.

All’ingresso dell’ampia Corte dell’Antica Trattoria Ballotta, primo bonus per una serata in sicurezza, dopo aver formalizzato l’ingresso con il pagamento del ticktet di euro 35 tutto incluso, si potrà trovare chi serve l’aperitivo, i drink, i vini, le bevande, e le sfiziosità rigorosamente fatte in Torreglia. Che come municipalità, ha concesso il suo patrocino da aggiungersi all’appoggio della Confesercenti veneta. Più intorno, nella Corte intitolata non a caso al fondatore dell’accademia italiana di cucina, dislocati su graziose postazioni, in azione ci saranno i cuochi ristoratori, pizzaioli e colleghi dei Legnaro che, anche da buoni amici, hanno accolto, condividendo pienamente, l’invito per la serata evento. Un 3 agosto 2020 che certamente non mancherà di passare agli annali della città taurilana. Come del resto già avvenuto per tutte le ottime iniziative enogastronomiche conviviali ospitate in questo piccolo grande eden della cultura enogastronomica e del bien vivre Eugeno. Pertecipano : Antica Trattoria Taparo con il prosciutto e il cren; la trattoria Afzenda con la “tartare”; la trattoria La Taolvolozza con il gran fritto; Dario Ricevimenti Banqueting con la “paella”; la macelleria Padovan e la grigliata di carne; la macelleria Armando con gli hamburgher; il panificio pasticceria La Torre con dolci delizie; il panificio Desiderato con panificati e biscotti; Enoteca PerBacco con gli aperitivi; Pizzeria Time-Out e le sue pizze; Osteria Volante con selezione formaggi; Ortofrutta e Freschi da Silvia; Caffè Suez, caffè; Maeli wines; Cantina Quota 101; Vini Giovanni Bregolato; Luxardo spirits.

Pagamento all’ingresso e registrazione solo su prenotazione e con numero contingentato a raggiungimento della quota di pubblico prevista dalle norme di distanziamento.

EDIZIONE ZERO PER IL PREMIO DELLA CUCINA VENETA ANTICA TRATTORIA BALLOTTA

Dopo più di dieci anni di premi ai cuochi più rappresentativi delle provincie del Veneto, il Vergani-Ballotta, evento che negli anni ha richiamato migliaia di gourmet e decine di brigate di cucine   in Corte dell’Antica Trattoria Ballotta, cambia passo e diventa  il  Premio della Cucina Veneta Antica Trattoria Ballotta. Ancora un grande e atteso evento gastronomico dove a salire sul palco dei premiati non saranno più i cuochi, che comunque animeranno le postazioni delle cucine allestite in Corte, impiattando le specialità corrispondenti a ogni provincia, ma quattro illustri personaggi che con la loro professione hanno contribuito alla divulgazione e alla conoscenza del territorio, della cucina e dell’ospitalità del Veneto. A ricevere il premio di questa Edizione Zero del Premio della Cucina Veneta Antica Trattoria Ballotta, assegnato da una giuria composta da membri dell’Accademia Italiana della Cucina, Arrigo Cipriani, titolare dell’arcinoto Harry’s Bar, Stefano Edel, giornalista e corrispondente di Rai G3 Veneto, Renato Malaman, giornalista e autore di guide gastronomiche, Davide Rampello, direttore artistico e curatore di realizzazioni internazionali fra le quali il padiglione Zero dell’Expo 2015, del quale ne è stato ideatore e curatore e, non ultima, della fortunata rubrica  Paesi e Paesaggi del noto programma di Canale 5 Striscia la Notizia.

A loro, questa la convinzione dei giurati interpellati dalla famiglia Legnaro che conduce ormai da un ventennio questo storico luogo della cucina veneta nel cuore dei Colli Euganei, sarà dunque assegnato il Premio della Cucina Veneta Edizione Zero, quale riconoscimento per la preziosa opera divulgativa a favore di un territorio unico e irripetibile. Il tutto nel corso della serata gastronomica del 27 giugno prossimo che non mancherà anche di soddisfare i palati dei gourmet e delle buone forchette come vuole lo storico svolgimento di questa serata e dove, da ogni postazione per ogni provincia, vengono cucinate e servite le pietanze più rappresentative e tipiche del Veneto. Preparazioni gastronomiche che il pubblico potrà votare per poter eleggere il piatto più gradito e con esso, la provincia di provenienza. Al piatto vincitore, l’onore di entrare per un mese nel menù di Casa Ballotta. Nel dettaglio, per Venezia si potrà votare il baccalà mantecato alla Dogale o il fritto di pesce; per Rovigo, l’impepata di cozze Scardovari o il pasticcio di pesce; per Verona il gnocco al ragù di crudo di Val Liona o la pearà col lesso estivo; per Vicenza il risotto al Durello e tartufo Berico Euganeo o il baccalà alla vicentina; per Belluno, la pasta e fagioli di Lamon o l’agnello Alpago ai porcini; per Treviso, il raviolo alla Casatella in fonduta di Ubriaco o il Pan&Porchetta. Infine per Padova, visto la crescente diffusione e passione per le pizze gourmet, le pizze Om con l’Antoniana e le sue birre artigianali. Questi i piatti inseriti nel menù del 27 giugno che si completa poi con l’aperitivo di Benvenuto di Casa Ballotta e i formaggi e salumi selezione Selecta e il Gran Buffet finale con Dolci&Frutta alla moda di Ballotta e Pasticceria Dalla Bona. Non ultime le selezioni enologiche abbinate ai piatti in degustazione ad affiancare le postazioni di ogni provincia. Dal Lessini Durello di Gianni Tessari ai rossi e bianchi di Terra Felice, i vivaci del Pigozzo di Giorgio Salvan, la selezione Vignalata, i vini Zenato, le bollicine Astoria e di Belon du Belon. Caffè e ammazza caffè chiudono la carta assieme alle acque minerali. Partner e patrocinatori della serata il comune di Torreglia, l’Accademia Italiana della Cucina Delegazione Euganea, Unox, grandi cucine. Media partner http://www.vinoecibo.ithttp://www.veneziaeventi.it – Venezie Channel.

IL FESTIVAL TRIVENETO DEL BACCALÀ TAGLIAPIETRA FA IL BIS. LUNEDÌ 5 MARZO 2018 ALL’ANTICA TRATTORIA BALLOTTA DI TORREGLIA (PADOVA) I SEI CHEF FINALISTI

Finalisti Festival del Baccalà 2017

Lunedì 5 marzo 2018, all’Antica trattoria Ballotta, gli chef finalisti del Festival Triveneto del Baccalà – Trofeo Tagliapietra, edizione 2017, replicheranno i piatti del Galà Finale per far rivivere al pubblico le emozioni dei piatti degustati, ospitata alla Rocca Sveva di Soave (Verona). Si potrà assaggiare il piatto vincitore “Zuppetta di stoccafisso con sedano rapa e alghe” dello chef Andrea Rossetti del ristorante Fuel in Prato – Padova. Ma non solo, anche i piatti finalisti: “Come una ceviche di stoccafisso” dello chef Fabio Pompanin, Al Camin di Cortina d’Ampezzo (Belluno),“Tortiglione di stoccafisso cipolla e mais” dello chef Stefano Basello, Il Fogolar-Best Western Hotel Là di Moret di Udine, “Carpaccio di baccalà, spuma all’aroma di pancetta piacentina e polvere di caffè” dello chef Luca Veritti, del Met di Venezia, “Perla nera: Praline di stoccafisso e patata americana con pollastra affumicata, chutney di mango e sorbetto al tè matcha” dello chef Renato Rizzardi de La Locanda di Piero di Montecchio Precalcino (Vicenza) e “Orzetto bio integrale alla crema e crostoni di stofis, con verdure bio della Val di Gresta” dello chef Ivano Dossi della Locanda D&D di Sasso Nogaredo (Trento).
Il Festival Triveneto del Baccalà – Trofeo Tagliapietra è una manifestazione enogastronomica itinerante che coinvolge alcuni tra i migliori ristoranti del Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia e che vede Chef e brigate sfidarsi per ideare la ricetta più innovativa. La manifestazione è organizzata dalla Dogale Confraternita del Baccalà mantecato, dalla Venerabile Confraternita del Baccalà alla vicentina, dalla Vulnerabile Confraternita dello Stofiss dei Frati in collaborazione con Tagliapietra e Figli Srl, una delle aziende leader in Italia nell’importazione, lavorazione e commercio di prodotti ittici in particolare del merluzzo.
Il ristorante che ospiterà la serata di gala aperta al pubblico è l’Antica Trattoria Ballotta di Torreglia (Padova). Passato, di secolo in secolo, da rustico dei frati agostiniani di un antico monastero poco distante, a osteria di campagna, cambio di posta per i cavalli, trattoria e, in tempi più moderni, a famoso ristorante dei Colli Euganei, la Trattoria Ballotta è un punto di riferimento per buone forchette alla ricerca di una cucina genuina. All’Antica Trattoria Ballotta si trova passione per le cose semplici, cura e cultura per l’uso di ingredienti che non tradiscono il territorio e soprattutto grande attenzione per l’ospitalità e l’arte del convivio.
Oggi l’Antica Trattoria Ballotta è gestita dai quattro fratelli Legnaro, Cristina, Anna, Adriano e Fabio, che ne fanno uno dei luoghi più ambiti dagli estimatori della più vera e tipica gastronomia euganea e padovana.
Inizio della serata alle ore 20 e il costo, a persona, è di 60 euro, tutto compreso. Telefono 049-5212970.