AD ALBIGNASEGO IL PRIMO FESTIVAL DELLA CUCINA VENETA

Villa Obizzi e il Parco della Rimembranza di Albignasego (Padova) sono al centro della gastronomia regionale nel primo fine settimana di luglio. Infatti, dal 5 al 7 luglio, sta andando in scena il primo Festival della Cucina Veneta, nato da un’idea di contribuire, in modo attivo, a promuovere le vere ricchezze del territorio e le specialità culinarie. Lo scopo è promuovere sinergie tra società, impresa e il mondo della cultura, coinvolgendo i cittadini e le istituzioni. In questi tre giorni, si stanno alternando grandi nomi della cucina tradizionale veneta e chef stellati. Tra i protagonisti dei fornelli ci sono Albert Carollo, del ristorante Il Lago di Posina (Vicenza), il veneziano Gregori Nalon, protagonista de La Prova del cuoco, Michele Giacomello de Il Canzoniere di Arquà Petrarca (Padova), Andrea Cesarone di Val Pomaro (padova) e, Olinto Duranti e Nicholas Raineri di Mario e Mercedes (Padova).

In arrivo anche i super-vini veneti resistenti alle malattie e che rappresentano la nuova frontiera della viticoltura ma si parla anche della rinascita del tiramisù veneto di Treviso, con laboratori per bambini e la possibilità di assaggiare il gelato artigianale con gli chef e i maestri gelatieri con i migliori prodotti del Veneto. E ancora, il Villaggio dei Sapori con le specialità della tradizione e L’oca in cucina, che si può preparare e proporre in svariati modi. Albignasego è considerato un luogo simbolico dei caratteri della tradizione veneta per la sua centralità geografica. Una posizione centrale sul territorio che per cinque secoli fu parte della Serenissima Repubblica di Venezia. Il cuore pulsante dell’evento sarà la centrale piazza del Donatore di Sangue.