RISTORANTE VALBRUNA DI LIMENA (PADOVA): UNA CUCINA DUE ANIME

A due passi da Padova Ovest, da prima di Natale 2018, è aperta una nuova realtà della ristorazione. Un ambiente giovane, adatto agli amanti dei cocktail ma pure della buona cucina, con il giovane chef Davide Tangari. Si chiama Valbruna, ci troviamo a Limena, in via Del Santo 2/A, e coniuga due situazioni: il ristorante e il bistrot, per un totale di 350 metri quadrati. Nel primo caso, il cliente può sbizzarrirsi à la carte, con una cucina in chiave contemporanea, nel secondo, proposte di piatti unici dal mondo. Ideale per incontri tra amici ma anche serate in coppia, con un menu sempre vario e proposte diverse tra il pranzo e la cena.

Tangari si porta a Limena l’esperienza accumulata alla corte di ristoranti stellati e chef importanti Antonino Cannavacciuolo, Enrico “Chicco” Cerea e Giuseppe D’Aquino. «Nei miei piatti – spiega Tangari – mi piace accostare l’opulenza del gusto delle mie radici accanto alla precisione e al rigore che ho imparato in pasticceria». I drink Valbruna fondono tecniche di cucina e mixology, e sono serviti da soli o insieme a proposte culinarie dello chef. Per renderli più fruibili, ecco l’abilità e l’importanza di moderare il tenore alcolico nei cocktail, introducendo quindi l’utilizzo di “spezie liquide”, estratti e infusi plasmati sulla composizione del piatto, per la perfetta riuscita dell’esperienza gustativa.

Prezzi accessibili a tutte le tasche, trale proposte, Lumache che passione, con una crema di Mais Marano, aglio orsino, pane croccante oppure il Foie gras d’anatra con noci brasiliane, ananas, cocco e Cachaça. Si può continuare con la Crema di cipolla con chips di baccalà, gelatina di verjus al Calvados o il Risotto rosso alla barbabietola, il nostro kefir, funghi Trombette nere ma anche i Ravioli farciti con gallina padovana, pinoli, crema di mais e Mexcal. Tra i secondi, la Girella di pesca spatola con nocciole e anice, crema di mandorle, kumquat, peperoni friggitelli può essere una buona soluzione ma anche il Capocollo di maiale brado con salsa di ostriche, riduzione di Birra Guinness e Bourbon, polvere di lamponi e cuori di carciofo.

La cantina è in continuo divenire; ci sono circa 170 le referenze dalla carta vini di cui un centinaio italiane e il resto proveniente da Francia, Austria, Germania, Spagna e Nuova Zelanda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...