ALLIEVI DIEFFE GESTISCONO RISTORANTE: UNA SFIDA VINTA

La brigata di cucina del DIEFFE con (a destra) Marco Formenton chef del Sogno

La brigata di cucina del DIEFFE con (a destra) Marco Formenton chef del Sogno

E’ andato tutto alla grande. Sia dal punto di vista del servizio, sia da quello della cucina. Qualche imperfezione? Massì, però che pretendere da allievi che per la prima volta nella loro vita hanno provato a gestire in toto una trattoria? A quel che si è visto i bravi giovani dell’Istituto Superiore DIEFFE di Spinea hanno affrontato la sfida con la giusta passione e tanta voglia di ben figurare al ristorante Il Sogno di Scaltenigo di Mirano. Un menu firmato tutto dagli allievi della scuola, fin dall’aperitivo Cinderella, ovvero succo di limone, di arancia, di ananas, Angostura bitter e sciroppo di granatina. Un mix analcalico e oltremodo gradevole. Primi piatti all’altezza ovvero tradizionalissimi bigoli in salsa (qui a dire il vero 30 secondi in meno avrebbero giovato alla pasta), e sugo buonissimo, tagliolini neri con salsa allo zafferano, gnocchi al ragù o al San Marzano. Secondi gustosissimi come le sardine in saor (di un buon equilibrio), la trippa in umido, le seppie in tocio con polenta di mais Biancoperla (secondo presidio Slow Food dopo i San Marzano) e i bocconcini di pollo speziati. I secondi piatti erano accompagnati da ben 4 contorni, anche questi saporiti e ben cotti (quanto ne fosse il caso): radicchio di Treviso al forno, patate croccanti, sbrise in tecia, insalata. Hanno chiuso frittelle rigorosamente veneziane, anche queste gustose e per niente unte. Abbinamento vini appropriato. Piccoli nei di servizio: serviti prima i signori delle signore (non sempre) e portate servite da destra (a onor del vero la posizione della tavola non aiutava troppo). Pranzo chiuso con gli applausi e foto di rito con le brigate di cucina e di sala a suggellare un’iniziativa che ha immesso gli studenti direttamente nel mondo del lavoro. Lode quindi all’istituto DIEFFE che ha deciso questa sfida-esperienza per gli allievi del quarto anno, che saranno così più preparati e pronti per gli stage o per trovare al più presto inserimento in sala o in cucina, cosa per altro che nel panorama della ristorazione veneziana sta già avvenendo con larga percentuale. Ci saranno altre due giornate di gestione diretta da parte degli allievi del DIEFFE: una in aprile e una a maggio, di cui vi darò notizia.

La brigata di sala degli allievi DIEFFE con (a destra) Silvano Libralesso

La brigata di sala degli allievi DIEFFE con (a destra) Silvano Libralesso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...