LA MONTANELLA FRA I RISTORATORI DEL BUON RICORDO

Il prosciutto cotto nel vino

Il prosciutto cotto nel vino

Prestigioso traguardo per il ristorante La Montanella di Arquà Petrarca (PD), entrato a far parte dell’Unione Ristoratori del Buon Ricordo, da 52 anni alfiere dell’eccellenza della tradizione gastronomica regionale italiana. La Montanella è una delle 8 nuove insegne che dal 2016 arricchiscono la schiera del Buon Ricordo, che raggruppa 101 locali e conta in Veneto altri 14 ristoranti: Duilio di Caorle, Hotel da Beppe Sello di Cortina d’Ampezzo, Villa Revedin di Gorgo al Monticano, Da Gigetto di Miane, Trattoria Guaiane di Noventa di Piave, Boccadoro di Noventa Padovana, Il Burchiello Ristorante Locanda di Oriago di Mira, Antico Brolo di Padova, Parco Gambrinus di San Polo di Piave, Gardesana di Torri del Benaco, Da Celeste di Venegazzù, Fiaschetteria Toscana di Venezia, Trattoria Favorita di Venezia Lido e 12 Apostoli di Verona. La Montanella (tel. 0429.718200) è un ristorante ampiamente consolidato, a gestione familiare, la cui passione per la cucina è nata ed è costantemente alimentata, per tutta la famiglia Borin, dall’amore per la propria terra che offre prodotti di eccellenza, spesso di piccole aziende locali. Il loro motto è “non si vive in un territorio, bisogna invece vivere un territorio per farlo vivere”. Una struttura con ampie sale, immersa in un grande parco con giardino dove si possono degustare, immersi nel verde ed in una invidiabile posizione panoramica su Arquà Petrarca e sui Colli Euganei, le allettanti proposte della cucina capitanata dalle chef Biancarosa Zecchin ed Elisa Botton. Il Piatto del Buon Ricordo è Prosciutto cotto nel vino, che viene simbolicamente effigiato sul piatto dipinto ancor oggi a mano dagli artigiani della Ceramica artistica Solimene di Vietri sul Mare, donato agli ospiti in ricordo di un’esperienza unica: una prelibata pietanza da gustare, ma anche un’icona che sintetizza in modo esemplare la cucina del ristorante. Il piatto del ristorante farà crescere le collezioni dei molti appassionati che, fin dal battesimo del Buon Ricordo, raccolgono e conservano, per ogni esperienza di gusto, il segno visibile dei loro viaggi gastronomici fra le tradizioni genuine d’Italia. Ricetta della Specialità: Prosciutto cotto nel vino. Ingredienti per 4 persone: g 800 di coscia di maiale per fare il prosciutto, 2 cipolle, 2 mele, mazzetto di odori (rosmarino, timo, maggiorana, salvia), litri 2 di Cabernet o di Raboso, 6 chiodi di garofano, 5 bacche di ginepro,  1 bicchiere di olio extravergine d’oliva,  sale e pepe,  1 grappolo d’uva. Preparazione: mettere la coscia di maiale, precedentemente disossata, a marinare in una bacinella per una notte con il vino rosso e il mazzetto di odori, le bacche di ginepro e i chiodi di garofano. In una pentola capiente soffriggere nell’olio la cipolla e la mela, adagiarvi la coscia di maiale e la marinata. Salare, pepare e cuocere per circa cinque ore a fuoco lento con la pentola coperta con il coperchio. Al termine della cottura togliere la carne e passare con il passaverdura il fondo di cottura. Tagliare il prosciutto a fettine di circa 2 cm di spessore, disporle sul piatto caldo, bagnarle con il sugo di cottura, decorare con dei chicchi d’uva e servire.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...