ANTONIA E ARIANNA, LA CUCINA AL FEMMINILE DI VENISSA

Antonia Klugmann (a destra) e Arianna Dalla Valeria

Antonia Klugmann (a destra) e Arianna Dalla Valeria

Se andate al Venissa, quello stupendo angolo di laguna (e del mondo) a Mazzorbo, dove insiste un raffinato ristorante lanciato dal patròn Gianluca Bisol e ormai noto in tutto il globo troverete due belle novità. La prima è Antonia Klugmann, notissima cuoca triestina già con0sciuta in laguna per essersi fermata con buon successo per alcuni mesi ai fornelli del Ridotto di Gianni Bonaccorsi. Klugmann, che subentra a Paola Budel che ha dato al ristorante la sua prima stella Michelin e che ha preferito lasciare il “clos” veneziano per tentare una strada tutta sua, è cuoca notissima nell’ambiente dei cucinieri nonostante la giovane età. Ma anche lei resterà poco a Venissa, perché a ottobre andrà a gestire il suo nuovo ristorante L’Argine di Vencò a Dolegna del Collio. Insomma vicino a casa. Stesso futuro della Budel? Pare proprio di sì. Anche perché la cuoca triestina non nasconde le sue predilezioni che sono quelle, principalmente, delle materie prime del territorio. Come la collega bellunese. Klugmann a Venissa esalta non soltanto quello che produce l’orto di casa, ma crea nuove suggestioni gustative servendosi di tutto quello che offre la laguna, a cominciare dal pesce. A Venissa Antonia Klugmann è con il suo compagno Romano De Feo e con la sua sous chef  Arianna Dalla Valeria, vicentina di Arzignano, ma di buona esperienza internazionale, tanto che gli addetti ai lavori la definiscono un talento.

AMNIOTIC STARDUST DI CURTO

Amniotic Stardust di Stefano Curto
Amniotic Stardust di Stefano Curto

 Il secondo motivo per andare al Venissa (ma ce ne sono mille altri di buonissimi, come andarci per passare una giornata lontani dai rumori) che in questi giorni di Biennale Arte l’antica vigna murata ospita Amniotic Stardust, opera dell’artista della luce Stefano Curto, trevigiano. La nuova opera di Curto è ispirata ai misteri della creazione, che egli cerca senza sosta nella profondità dell’universo.  Dal bagliore di innumerevoli cristalli neri che compongono la grande “massa amniotica” sgorga una cascata di cristalli di colore rosso: quel rosso che scorre come il sangue per diventare vita. L’opera è caratterizzata da tridimensionalità, si proietta verso l’esterno fino a far esplodere la vita e la morte in essa contenute. Per realizzarla (l’opera misura cm 200x 200) sono stati impiegati 164.871 cristalli. Si rinnova, dunque, il legame di Stefano Curto con Venezia e lo splendore dei suoi cristalli. L’artista riparte dalla città dove tutto è cominciato, nel 2010, con una nuova mostra, dal 30 maggio al 30 settembre 2013 : Renovatio Splendor. Curto ha concepito  un’esposizione multipla che colloca le sue quattro opere in tre sedi della città lagunare: la prestigiosa Bugno Art Gallery, l’Hotel Westin Europa & Regina e, quindi, Venissa. Come ricorda il curatore Stefano Cecchetto, “i cristalli impenetrabili che l’artista utilizza per realizzare i suoi lavori sono pietre preziose che rivelano i bagliori dell’infinito, gemme incastonate nello spazio del suo universo interiore”.La panoramica sulle opere di Stefano Curto inizia dalla prestigiosa Bugno Art Gallery che ha scelto di valorizzare la sua produzione artistica ospitando Evolution Involution e Emphasis. La presenza delle due opere nella galleria costituisce, inoltre, il preludio alla mostra personale che Bugno Art Gallery dedicherà a Stefano Curto a partire dal 27 di luglio 2013. The Marvellous Flight of Coexistence è l’opera esposta all’Hotel WestinEuropa & Regina. Un “tappeto volante”, sospeso, quasi in procinto di spiccare il volo, che allude all’unione dei fili intrecciati nei manufatti originali per evocare simbolicamente l’indissolubile legame e la coesistenza fra i popoli.

Annunci

One thought on “ANTONIA E ARIANNA, LA CUCINA AL FEMMINILE DI VENISSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...